Il presidente

[vc_column width=”1/1″ el_position=”first last”] [vc_column_text el_class=”Top_Title” width=”1/1″ el_position=”first last”]

Il Gruppo

[/vc_column_text] [/vc_column] [vc_column_text el_class=”Testo_Articolo_Gruppo” width=”3/4″ el_position=”first”]

Gregorio Fogliani – Il presidente

Gregorio Fogliani ha costruito il primo gruppo italiano leader nel settore dei titoli di servizio, dei sistemi di pagamento e dei programmi di fidelizzazione a beneficio del dipendente e di tutta la famiglia.

La carriera

Gregorio Fogliani Qui Grup

Nato nel 1957, Gregorio Fogliani dimostra fin da giovane la sua predisposizione per l’imprenditoria. A soli 23 anni è al timone del più importante locale genovese, il Moody.

Alla fine degli anni ’80 insieme a un gruppo di soci genovesi avvia un’azienda di servizi alle imprese. Nel 1989 nasce QUI! Ticket Service che, grazie agli investimenti in ricerca e sviluppo, comincia l’espansione del business.

L’azienda continua a crescere diventando capofila di un network di società operanti in differenti aree di business per lo sviluppo di nuovi prodotti e servizi (buoni pasto, carte di pagamento, convenzionamento e circuiti di fidelizzazione, ristorazione, etc.). La società acquisisce i suoi primi grandi clienti – Enel e Banco di Napoli – diventando una società di rilievo nazionale. Successivamente diventano clienti altre importanti realtà di primario rilievo, tra cui: Banca d’Italia, Eni, Enel, Guardia di Finanza, Presidenza del Consiglio, Ministero della Giustizia, Poste Italiane, Ferrovie   dello   Stato, CNR e Consip.

Nel 2009 la società cambia la ragione sociale in QUI! Group SpA a coronamento dell’idea di un Gruppo ormai consolidato sul panorama aziendale italiano che fa dell’innovazione di prodotto il suo credo.

Tra il 2008 e il 2012 vengono fondate Paybay, la software house del Gruppo, e Welfare Company, società a capitale interamente italiano specializzata in servizi di welfare aziendale e pubblico.

L’introduzione del buono pasto elettronico rivoluziona completamente il settore. La società sviluppa il più avanzato modello di carta di pagamento elettronico in grado di gestire il servizio buono pasto elettronico insieme ad altre funzionalità. In pochi anni QUI! Group distribuisce, in co-branding con oltre 100 partner, più di 100.000 carte prepagate.

Nel 2014 la finanziaria del Gruppo QUI! Financial Services ottiene il riconoscimento dalla Banca d’Italia ad operare come Istituto di Moneta Elettronica (IMEL) per la prestazione dei servizi di pagamento e l’erogazione di servizi di monetica.

Nel marzo 2014, QUI! Group compie un altro importante passo: grazie all’accordo con CartaSi, i buoni pasto di QUI! Group vengono accettati dai circa 95mila Pos gestiti da CartaSi. Un importante caso di apertura dei Pos bancari ai servizi a valore aggiunto.

Nel 2015 QUI! Group diventa internazionale e apre con QUI! Group Brasil la sua prima sede a San Paolo (Brasile).

Sempre nel 2015 l’azienda si riconferma punto di riferimento per la PA, risultando aggiudicataria della gara Consip di due importanti lotti per la fornitura di buoni pasto e stringendo poi un accordo con l’Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI) per studiare soluzioni più efficienti nel settore del welfare pubblico.

QUI! Group, inoltre, entra a far parte del programma ELITE di Borsa Italiana, che accompagna le aziende più virtuose, italiane e internazionali, e il loro management in un percorso di crescita e cambiamento culturale e organizzativo.

Nel 2017 QUI! Group sigla la partnership con Fleetcor, multinazionale quotata al Nasdaq, leader mondiale nei prodotti di pagamento per le aziende e i loro dipendenti (comprese le carte carburante, pedaggi, carte alloggio, pagamenti aziendali e carte virtuali), attiva in 53 paesi (in Nord America, Sud America, Europa, Africa e Asia), con oltre 800 partner in tutto il mondo, e milioni di titolari di carte. L’azienda consolida così il processo di internazionalizzazione già avviato nel 2015 con l’apertura della controllata QUI! Group Brasil a San Paolo (Brasile).

QUI! Group chiude il 2017 con un fatturato consolidato di 560 milioni e un aumento dell’EBITDA a 19,3 milioni (+ 15% rispetto al 2016). Il segmento welfare registra una crescita dei ricavi con un incremento del fatturato del 20% rispetto al 2016 e con una previsione di crescita del settore superiore al 100% per il 2018.

QUI! Group stringe una partnership con KKR, casa di investimenti leader a livello mondiale. Con il sostegno di KKR il Gruppo punta a rafforzare ulteriormente la propria crescita nel settore del welfare e a divenire un operatore leader nel settore del FinTech e dei sistemi di pagamento innovativi.

Gregorio Fogliani è stato inserito nello speciale Numeri 1 d’Italia realizzato da Capital, che lo ha definito “imprenditore illuminato” con forte propensione all’innovazione.

Da giugno 2016 è tra gli autori del blog Formiche dove scrive di welfare e lavoro, internazionalizzazione, economia e innovazione, in linea con lo sviluppo del Gruppo.

Oggi Gregorio Fogliani è l’imprenditore alla guida del primo gruppo italiano nel settore dei titoli di servizio, dei sistemi di pagamento e dei programmi di fidelizzazione a beneficio del dipendente e di tutta la famiglia. Tra i suoi oltre mille dipendenti e collaboratori, le quote rosa sfiorano il 70%.

I valori

L’attenzione per la responsabilità sociale ed etica e l’impegno a favore della legalità che hanno accompagnato la crescita del suo business anno dopo anno, gli hanno permesso di ricevere diversi premi e riconoscimenti istituzionali e finanziari. A partire dal 2000, e per il successivo decennio, Gregorio Fogliani ha rivestito le cariche di consigliere alla Camera di Commercio e di membro del Consiglio di Unioncamere.

Il 6 Maggio 2013 Gregorio Fogliani viene insignito del Premio Guido Carli, riconoscimento rivolto alle eccellenze dell’Alta finanza, dell’economia e dell’imprenditoria italiana. A ricevere il premio, anche l’imprenditore Francesco Gaetano Caltagirone, il presidente di Telecom Franco Bernabè, il rettore dell’Università Bocconi di Milano Andrea Sironi ed il direttore del Sole 24 Ore, Roberto Napoletano.

Nel maggio 2013 ottiene l’iscrizione al Rating di Legalità dell’Antitrust, a dimostrazione del rispetto di elevati standard di sicurezza, legalità e trasparenza.

Nel luglio 2014, QUI! Group ottiene il patrocinio dell’Agenzia per l’Italia Digitale: viene premiato il grado d’innovazione raggiunto dal Gruppo e le diverse iniziative nell’ambito della monetica e dei servizi digitali. A settembre 2014, viene nominato Campione Nazionale dall’European Business Award per l’edizione 2014/2015 nella categoria The UKTI Award for Innovation.

QUI! Group è stata tra le prime organizzazioni in Italia a dotarsi di un sistema di responsabilità sociale, la certificazione SA8000, in conformità agli obiettivi dettati dal suo Sistema per la Gestione della Qualità.

L’attività benefica

Per Gregorio Fogliani l’impegno sociale è un valore imprescindibile della sua attività. Per questo nel 2007 costituisce la Onlus QUI FoundationNel 2008 nasce “Pasto Buono“, un progetto che consente di ritirare il cibo rimasto invenduto dei bar, ristoranti, supermercati e tavole calde per donarlo a chi ha più bisogno, trasformando così lo spreco alimentare in una preziosa risorsa per le persone, all’insegna dell’’economia circolare.

Il progetto ha raggiunto traguardi significativi, anche grazie alla collaborazione con le Onlus presenti su tutto il territorio nazionale (tra cui la Caritas, il Centro Servizi per il Volontariato, la Croce Rossa Italiana e la Comunità di Sant’Egidio) e con Gruppi importanti come Tirrenia e Cremonini.

Nel 2015 la FAO ha riconosciuto ufficialmente la Onlus QUI Foundation come partner del programma internazionale contro gli sprechi SAVE FOOD.

Nel 2017 la Onlus QUI Foundation grazie al progetto Pasto Buono è stata inserita dalla Commissione Europea tra le best practice nell’ambito della prevenzione e riduzione dello spreco di cibo in Europa. Il progetto ha permesso negli anni di recuperare e ridistribuire oltre 1 milione di pasti alle persone in difficoltà.

 

[/vc_column_text] [vc_widget_sidebar sidebar_id=”sidebar-5″ width=”1/4″ el_position=”last”]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *