Alla tavola rotonda organizzata dalla Camera di Commercio di Genova le esperienze dell’economia circolare con Ance, Iit e Qui! Group

Il focus del quotidiano Il Tempo sul progetto Pasto Buono.

Il progetto Pasto Buono di QUI Foundation è stato riconosciuto dalla Commissione europea tra le best practices europee contro gli sprechi alimentari. La notizia è stata ripresa dal Sole 24 Ore, in un articolo a firma di Raoul De Forcade.

Leggi l’articolo >>

I pasti sani e invenduti a bordo delle navi Tirrenia verranno ritirati al porto di Civitavecchia e donati, con l’aiuto della Croce Rossa, alla comunità di Sant’Egidio e alla parrocchia locale

Arriva a Napoli l’iniziativa “Pasto Buono” di QUI Foundation grazie all’accordo con Tirrenia e il Csv (Centro servizi per il volontariato) di Napoli

Il Gruppo aderisce al progetto “Pasto Buono”

CREMONINI E QUI FOUNDATION INSIEME
CONTRO LO SPRECO ALIMENTRE

Parte la raccolta delle eccedenze alimentari nei locali di Roma
del Gruppo Cremonini con la collaborazione dei volontari della Croce Rossa

Roma, 7 maggio 2015. Il Gruppo Cremonini, azienda leader in Italia nel settore alimentare, ha scelto di affiancare QUI Foundation nella battaglia per il recupero delle eccedenze alimentari da destinare alle persone in difficoltà. Il progetto prevede un lavoro di squadra, che vede impegnati appunto gli esercizi di ristorazione del Gruppo Cremonini e la Onlus di Qui! Group, QUI Foundation, con la sua iniziativa Pasto Buono”.

A partire da questi giorni, le eccedenze alimentari invendute presso i locali romani nella Stazione Termini della Chef Express (la controllata di Cremonini nel settore della ristorazione) vengono ritirate dai volontari. Il progetto prende vita nella città grazie appunto alla collaborazione dei volontari della Croce Rossa di Roma, che si stanno occupando dei ritiri delle eccedenze alimentari  tre volte la settimana – martedì sabato e domenica. Le eccedenze vengono consegnate al Centro Richiedenti Asilo, gestito appunto dalla Croce Rossa di Roma, e ai senza fissa dimora. In questo modo, oltre ad assicurare pasti in più alle strutture che accolgono le persone in difficoltà facendo una buona azione, si aggiunge un piccolo tassello alla lotta contro gli sprechi alimentari.

Su Corriere della Sera un articolo dedicato a Pasto Buono dal titolo “La seconda vita del cibo” a firma di Claudio Del Frate.

L’articolo propone un focus sul progetto “Pasto Buono” di QUI! Foundation, con l’intervento del presidente Fogliani.

Quifoundation.it on line il nuovo sito, completamente rivisitato e molto user-friendly.

Da oggi per aderire a Pasto Buono basta un click.

Pasto Buono, l’iniziativa contro lo spreco di QUI Foundation, finalista al Premio “Vivere a spreco zero”

QUI Foundation, la Onlus di QUI! Group nata nel 2007 e dedicata all’impegno sociale e alla solidarietà, rinnova la propria immagine online con il lancio del nuovo sito. Il restiling ha riguardato, in particolare, l’attivazione di una pagina dedicata all’adesione al progetto Pasto Buono, immediatamente accessibile agli utenti con un bottone rosso “aderisci al progetto”.

Totalmente rinnovato nella grafica e nei contenuti, oltre alla mission e ai valori identitari del Gruppo, il nuovo portale ospita anche contenuti e best practices portate avanti in questi anni, che testimoniano l’impegno di QUI Foundation nella promozione di progetti solidali verso il prossimo e di dialogo con il territorio e le comunità locali.

Gli sforzi della fondazione e dei partner, hanno portato Pasto Buono ad essere pre-selezionato come finalista, nella categoria “imprese”, della II edizione del Premio “Vivere a spreco zero”, che si terrà il prossimo 24 novembre a Bologna in occasione di “STOP FOOD WASTE, FEED THE PLANET – La Carta di Bologna contro lo spreco alimentare”.

www.quifoundation.it

L’articolo di Giulia Cerqueti su Famiglia Cristina intitolato “Pasto Buono per famiglie povere”, inserisce l’iniziativa di QUI Foundation tra le best practices italiane contro lo spreco alimentare.
La Fondazione, ricorda il Presidente Fogliani nell’articolo, agisce da intermediario mettendo in contatto gli esercenti (negozi, ristoranti, supermercati, bar) con le associazioni del terzo settore e gli enti assistenziali, attivando un circuito di solidarietà che comprende ad oggi circa 100mila esercenti convenzionati.
Pasto Buono è attivo a Genova, Roma, Cagliari, Firenze, Palermo e sta partendo a Milano e Napoli. In Liguria è attiva una collaborazione con la Croce Rossa e il Centro servizi di volontariato.

Il Servizio di Rai Liguria relativo all’iniziativa Pasto Buono di QUI Foundation.
Il Focus è sull’accordo stretto con un partner di eccellenza, Tirrenia, che consentirà di donare il cibo sano invenduto sulle navi gestite dalla compagnia di navigazione alle persone bisognose, con l’aiuto di Croce Rossa e Caritas.

 

22 luglio 2014


1 2 3 4 5